Si fa fatica a credere nei miracoli, ma io comprenderei di più chi facesse fatica, ad esempio, a credere all’episodio della conversione di San Francesco.
Ditemi voi se un ragazzo che, alla richiesta di restituire al padre il denaro precedentemente donato per la costruzione della chiesa, si denuda completamente per restituire anche i vestiti e dichiara “d’ora in poi non dirò più ‘padre mio, Pietro di Bernardone’ ma ‘padre nostro che sei nei cieli’ per essere infine coperto dal mantello del vescovo possa risultare realmente verosimile più del personaggio di un romanzo o di un film.

Eppure i testimoni erano così tanti e autorevoli che non si possono aver dubbi sulla realtà di un tale avvenimento.