Nel nome degli ultimi e dei migranti la Chiesa si apre al dialogo e a importanti convergenze con persone fino ad ieri considerate lontane dalla fede ma in realtà cristiani anonimi come l’ “artista” Daniele Fabbri.

Nel nome degli ultimi e dei migranti la Chiesa si apre al dialogo
Nel nome degli ultimi e dei migranti la Chiesa si apre al dialogo
Nel nome degli ultimi e dei migranti la Chiesa si apre al dialogo

Fonte: Piero Mainardi